L' I.C Garibaldi/ G. Paolo a sostegno della campagna "Un vaccino per tutti"

Nell'ambito del progetto Scuola Amica Unicef, l' I.C Garibaldi/G. Paolo ha contribuito in maniera generosa alla campagna

Redazione Prima Pagina Salemi
Redazione Prima Pagina Salemi
09 Giugno 2021 11:35
L' I.C Garibaldi/ G. Paolo a sostegno della campagna

L'I.C. Garibaldi/G. Paolo II di Salemi/Gibellina, diretto dal professore Salvino Amico, nell'ambito del progetto Scuola Amica Unicef e della proposta "Lunga vita ai diritti ", in occasione del trentennale della ratifica della Convenzione ONU da parte dell'Italia (il 27 maggio scorso) sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ha contribuito in maniera generosa e cospicua alla campagna di raccolta fondi " Un vaccino anti-covid per tutti", proposta da Unicef Italia e Trapani (sono stati raccolti 1.236 euro)

“Si tratta della campagna di raccolta fondi a sostegno del programma COVAX, grazie al quale UNICEF sta distribuendo milioni di vaccini anti-covid 19 in quei Paesi che, altrimenti, non avrebbero modo di ricevere alcuna dose. Sappiamo che se vogliamo sconfiggere il covid tutti gli abitanti del mondo dovranno vaccinarsi.

L'I.C. Garibaldi da anni porta avanti il Progetto Scuola Amica Unicef che mette in atto la pratica dei diritti con azioni che mirano a rendere protagonisti bambini e ragazzi. Dalle tematiche legate alla legalità, al bullismo e cyberbullismo, al benessere fisico e alla salvaguardia dell'ambiente, all'Agenda 2030, ad azioni che spingono alla partecipazione attiva e costruttiva di bambini e ragazzi. “La scuola Garibaldi Paolo II -afferma il DS Salvino Amico - da sempre si occupa di promuovere progetti ancorati alla realtà dei giovani e a insegnare loro il senso profondo del rispetto verso tutto e tutti.

Il contrasto ai fenomeni del bullismo, la valorizzare e salvaguardia dell’ambiente, il riconoscimento dei diritti e doveri del cittadino del futuro, sono tutte tematiche che costantemente vengono dibattute dai nostri ragazzi attraverso percorsi didattici formativi. La scuola diviene luogo di incontro, confronto e crescita personale e professionale e come educatori continueremo ad infondere nei nostri allievi che il loro futuro dipende sia dagli insegnamenti che la scuola/famiglia impartiscono, sia da comportamenti consapevoli che si mettono in campo fin da piccoli.

Ci auguriamo che la sinergia di queste azioni garantirà il successo formativo dei nostri ragazzi”.

NOTA STAMPA

In evidenza