Hacker rubano milioni di dati agli utenti Facebook

Nei giorni scorsi milioni di dati personali sono stati hackerati, destando preoccupazione tra gli utenti di Facebook.

Simone
Simone Crapanzano
07 Aprile 2021 13:36
Hacker rubano milioni di dati agli utenti Facebook

In queste ultime ore a destare parecchie preoccupazione agli utenti di Facebook è stata la notizia che milioni di dati personali sarebbero stati violati da degli hacker.

Dal famoso social network, infatti, nel mese di Aprile, ma si parla addirittura di molto più tempo, sarebbero stati rubati milioni di dati personali, coinvolgendo un totale di 106 Paesi, inclusa l'Italia che sarebbe uno degli Stati maggiormente colpiti dalla violazione dei dati.

Nel nostro paese il dato è allarmante e il numero dei dati trafugati agli utenti si aggirerebbe intorno ai 37 milioni, pari al 90% degli utenti italiani.

In poche parole nove cittadini italiani su dieci che usano Facebook sono stati hackerati.

A tal proposito il Garante per la protezione dei dati personali ha chiesto a Facebook di rendere disponibile un sito dove i cittadini italiani possano verificare se i propri dati personali siano stati violati.

Ad essere prelevati sarebbero stati, infatti, i numeri di telefono, gli indirizzi mail, le password e altre generalità come l'ID dell'account, i nomi e i cognomi, il genere, la situazione sentimentale, gli indirizzi di casa e il luogo di nascita.

Gli hacker si servirebbero di questi dati, che adesso sono di dominio pubblico, per poi poterli usare per delle contrattazioni, ritorsioni, truffe e anche minacce a danno dei malcapitati.

Facebook, attraverso il suo portavoce Andy Stone, ha rassicurato i propri utenti dicendo che si tratta di dati vecchi, antecedenti al 2019, e che le vulnerabilità che avevano portato all’hackeraggio sono state corrette già da tempo.

Era stato anche creato un sito per verificare se i propri dati fossero stati violati ma il Garante ha sospeso il sito, fino a data da definirsi, in attesa di ulteriori chiarimenti.

In evidenza