Vaccino anti-Covid, più di 100 mila prenotazioni in Sicilia. In arrivo le prime dosi di Astra Zeneca

Redazione Prima Pagina Salemi
Redazione Prima Pagina Salemi
12 Febbraio 2021 15:49
Vaccino anti-Covid, più di 100 mila prenotazioni in Sicilia. In arrivo le prime dosi di Astra Zeneca

Lunedì In tutta la Sicilia ha preso il via la prenotazione del vaccino per gli anziani che hanno più di 80 anni. In pochi giorni a prenotarsi sono stati più di 100.000 anziani, circa il 30 per cento della popolazione che rientra in questa fase della campagna vaccinale. Alcuni lo hanno fatto attraverso la compilazione del form “prenotazioni.vaccinicovid.gov.it” raggiungibile attraverso il sito web della Regione Siciliana, il portale siciliacoronavirus.it e tutti i siti delle Aziende del sistema sanitario regionale, altri telefonicamente.

È stato attivato, infatti, un call center dedicato telefonando al numero verde 800.009.966 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). Non sono mancati però i furbetti che hanno prenotato pur non avendo i requisiti. A quanto pare ci sono stati dei casi di persone che hanno contattato il numero verde e che siano riusciti a prenotare il proprio appuntamento con il vaccino pur non avendo ancora 80 anni. A tal proposito la Regione ha fatto chiarezza.

«A seguito di approfondimenti tecnici –spiegano gli uffici della Regione- è stato disposto l’annullamento della prenotazione effettuata da cittadini che, pur non rientrando nell’attuale target, avevano inoltrato la procedura di adesione alla campagna vaccinale anti-Covid. Per evitare il ripetersi di tale anomalia, riconducibile prevalentemente alle sole prenotazioni mediante call center, il sistema ha provveduto a garantire l’accesso ai soli cittadini del target over 80». Dunque chi ha fatto il furbo e ha prenotato, pur non avendo i requisiti, non avrà il vaccino.

Quelle prenotazioni saranno verificate e cancellate. In questo momento in Sicilia possono prenotare il vaccino anti Covid solo gli anziani over 80, compresi quelli che compiranno 80 anni nel 2021. La Regione conta di avviare le prime vaccinazioni sui cittadini over 80 anni dal prossimo 20 febbraio, mentre dal primo marzo prenderà il via la campagna domiciliare rivolta ai siciliani - di questo stesso target - che non possono raggiungere autonomamente i Centri vaccinali. «Con la vaccinazione dei siciliani fino alla classe 1941 - afferma il presidente della Regione Nello Musumeci - inizia una nuova fase della stagione di contrasto al Coronavirus.

Assieme ad altre Regioni, abbiamo scelto di aderire al progetto informatico e logistico della struttura del Commissario nazionale per l’emergenza e siamo particolarmente orgogliosi di essere i primi in Italia in questo servizio». Intanto anche nell’Isola arrivano le prime dosi del vaccino Astra Zeneca (che si aggiungeranno a quelle Pfizer e Moderna già in somministrazione): per il mese di febbraio sono attese 102.900 dosi che, in accordo con il piano del ministero, saranno destinate alla popolazione di età compresa tra i 18 e i 55 anni.

In questa prima fase, la priorità sarà data agli appartenenti alle forze dell’ordine e al personale della scuola. «Entro l'estate – annuncia Musumeci - contiamo di immunizzare la maggioranza della popolazione. Tutto dipende dalla quantità di vaccino che arriverà nella nostra isola».  I dati della Sicilia Totale Somministrazioni: 224.570, così suddivisi: Operatori Sanitari e Sociosanitari: 160.451 Personale non sanitario: 51.239 Ospiti strutture residenziali: 12.880   Claudia Parrinello

In evidenza